Wednesday, April 25, 2007

Vergogna 6

Dalla Gazzetta del Mezzogiorno (visto che Repubblica ed il Corriere fanno presto sparire queste belle notizie)

Chiesa – Nuovo no ad aborto ed eutanasia

Mons. Angelo Amato, segretario della Congregazione per la dottrina della fede (69 anni, di Molfetta), ha paragonato la «propaganda» di questi atti ad un «terrorismo propagandato dai mezzi di comunicazione sociale». «Alcuni Parlamenti come sette sataniche»

CITTÀ DEL VATICANO - Oltre al terrorismo dei kamikaze che assomiglia ad un «perverso film sul male» girato ogni giorno in qualche regione diversa del mondo, esiste anche «un cosiddetto terrorismo dal volto umano che viene subdolamente propagandato dai mezzi di comunicazione sociale»; in questa categoria rientrano l’aborto, l’eutanasia, ma anche la pillola Ru 486 ed i laboratori dove si manipolano gli embrioni; le sette sataniche che praticano un «culto sacrilego del male» sono simili a quei Parlamenti che approvano leggi contro la vita.
È questo il duro j'accuse lanciato questa mattina da mons. Angelo Amato - 69 anni, salesiano, di Molfetta (Bari) - segretario della Congregazione per la dottrina della fede che ha affrontato il tema “Il problema del male. Riflessioni filosofiche e teologiche” nel corso del Seminario mondiale dei cappellani cattolici e membri delle cappellanie dell’aviazione civile in corso a Roma su iniziativa del Pontificio consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti.
In merito al fenomeno del terrorismo ed alla sua diffusione planetaria, mons. Amato ha affermato: «Leggendo i giornali – o utilizzando internet o la tv o la radio - ogni giorno noi assistiamo a un film perverso sul male, che viene “girato” in ogni parte del mondo con sceneggiature sempre nuove e crudeli, come constatiamo dalle mille provocazioni del terrorismo internazionale». Da qui la riflessione si è allargata ad altri aspetti del problema e ha toccato quelle che il Vaticano considera forme di «terrorismo dal volto umano» in realtà sintomi di una cultura del male che va considerata a fianco di quella espressa dai kamikaze.
«Oltre all’abominevole terrorismo dei kamikaze, che occupa quotidianamente la nostra cineteca mediatica - ha detto mons. Angelo Amato - c'è il cosiddetto “terrorismo dal volto umano”, anch’esso quotidiano e altrettanto ripugnante, che viene subdolamente propagandato dai mezzi di comunicazione sociale, manipolando ad arte
il linguaggio tradizionale, con espressioni che nascondono la tragica realtà dei fatti», come quando l’aborto viene chiamato «interruzione volontaria della gravidanza e non uccisione di un essere umano indifeso» o quando l’eutanasia viene chiamata «più blandamente morte con dignità».
Nel ragionamento del numero due della Congregazione per la dottrina della fede, alla “razione giornaliera” di male si aggiunge il male che resta “quasi invisibile” ma che «esiste nelle sedi più impensate e che, paradossalmente, viene presentato come bene», come espressione del «progresso dell’umanità». L’arcivescovo ha citato le cliniche abortiste, «autentici mattatoi di esseri umani in boccio»; i laboratori dove si “fabbrica” ad esempio la Ru 486, o dove «si manipolano gli embrioni umani»: i parlamenti delle «cosiddette nazioni civili», dove si «promulgano leggi contrarie all’essere umano».
A questo si aggiungono le cosiddette sette sataniche che praticano «un vero e proprio culto sacrilego del male».
Il male, secondo la lettura che ne ha dato oggi mons. Amato, «non è solo azione di singoli o di gruppi ben individuabili, ma proviene da centrali oscure, da laboratori di opinioni false, da potenze anonime che martellano le nostre menti con messaggi falsi, giudicando ridicolo e retrogrado un comportamento conforme al Vangelo». «Purtroppo - ha
concluso mons. Amato - non possiamo chiudere le biblioteche del male
né distruggere le sue cineteche che si riproducono come virus
letali» ma possiamo chiedere a Dio di «rafforzarci, mediante la formazione di una retta coscienza che cerca e ama il vero e il bene ed evita il male».

23/4/2007


Grazie, Monseigneur, per averci paragonato ai Bambini di Satana. Vorrei tanto essere una di quelle potenze anonime di cui parli per poterti introdurre al male... ah, no... ci puoi arrivare già da solo...

Labels: , , , , , , , , ,

0 Comments:

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home